Corso per addetti alla conduzione di Carrelli Elevatori
14 Gennaio 2021
Corso Addetti Antincendio
11 Febbraio 2021

Con la presente circolare -senza pretesa di completezza- si portano a conoscenza delle aziende assistite alcune delle limitazioni ribadite e le principali novità apportate in materia di contenimento della pandemia da COVID-19, dal decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2 e dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di pari data, che possano avere un impatto sulle attività lavorative, sia pubbliche che private:

 

1.      lo stato di emergenza epidemiologica è stato prorogato al 30 aprile 2021;

2.      dal 16 gennaio 2021 al 15 febbraio 2021 è vietato ogni spostamento, in entrata e in uscita, tra i territori di diverse regioni o province autonome salvo quelli motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute;

3.      fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private, può essere disposta, per tutta la giornata o in determinate fasce orarie, la chiusura al pubblico di alcune strade o piazze dei centri urbani dove si possano creare situazioni di assembramento;

4.      è obbligatorio esporre all’ingresso dei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché di tutti gli esercizi commerciali, un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente;

5.      sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative o terapeutiche;

6.      sono altresì sospese le attività dei centri culturali, dei centri sociali e dei centri ricreativi;

7.      sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differenti;

8.      sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi, anche all’aperto;

9.      restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimiliate, all’aperto o al chiuso;

10.     sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza;

11.     le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado devono adottare forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, in modo che a decorrere dal 18 gennaio 2021, sia garantita l’attività didattica in presenza ad almeno il 50 per cento e fino a un massimo del 75 per cento dalla popolazione studentesca di tali istituzioni;

12.     l’attività didattica ed educativa per i servizi educativi per l’infanzia, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione continua a svolgersi integralmente in presenza;

13.     le attività commerciali al dettaglio si possono svolgere a condizione che sia assicurato, oltra alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni;

14.     le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5,00 alle ore 18,00 con consumo al tavolo per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutte conviventi;

15.     dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico;

16.     resta consentita, senza limiti di orario, la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricreative, limitatamente ai propri clienti ivi alloggiati;

17.     resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze;

18.     per le attività che rientrano, come prevalenti, nei codici ATECO 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto) l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18,00;

19.     restano aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 e E55, negli ospedali e negli aeroporti, nei porti e negli interporti, con obbligo del rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;

20.     le attività inerenti ai servizi alla persona sono consentiti a condizione che le Regioni e le Province autonome ne abbiano accertata la compatibilità di svolgimento con l’andamento epidemiologico nei propri territori;

21.     restano garantiti i servizi bancari, finanziari e assicurativi, nonché le attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare, comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi;

22.     si raccomanda che le attività professionali:

a.      siano attuate anche mediante modalità di lavoro agile;

b.     siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti;

c.      siano assunti protocolli di sicurezza anti-contagio;

d.     siano incentivate le operazioni di sanificazione;



Centro Antinfortunistico Srl S.U.

ALLEGATI
- DPCM 14 Gennaio 2021
Centro Antinfortunistico S.r.l. S.U.


ALLEGATI
- DPCM 3 Dicembre 2020
- Decreto-Legge 2 Dicembre 2020 n.158